martedì 12 maggio 2015

Lezioni

Arrivati a questo punto - consapevole che non è ancora finita! - posso dire che il lavoro al cantiere di Debbie mi ha insegnato alcune importanti lezioni:

1. IMPARA L'ARTE DELLA DIPLOMAZIA:
Non si può sopravvivere senza. In particolare quando i tempi stringono, la fine si intravede ma allo stesso tempo pare lontanissima, gli ordini arrivano in ritardo o sbagliati, giardinieri pittori muratori piastrellisti tappezzieri idraulici imprese di pulizie elettricisti falegnami si camminano uno sull'altro (letteralmente), bene, è il momento di avere palle ferme, sorriso stampato, gentilezza e tanto, tanto coraggio. Non ci sono trucchi o magie: in qualche modo - innato o appreso - bisogna riuscire a fare in modo che ognuno porti a termine il suo lavoro (nei tempi) e non uccida nessun altro (in particolare la sottoscritta, o il proprietario).

2. IMPARA L'ARTE DELL'ASCOLTO (e morditi la lingua):
SEMPRE ascoltare, tutti e tutto. Ognuno ha le sue ragioni e motivazioni, anche se spesso sembrano deliranti, e quello che vedo è che quando ascolto tutte le campane non posso che concordare con ognuna di esse (a proposito di campane, c'è chi in certi momenti può dare di matto se si avvitano con tasselli di un colore diverso). Inoltre, se tra le righe vengono dette frasi personali o battute, meglio tenerne conto: tutti quanti abbiamo una vita, e non sempre si vivono momenti semplici.

3. ESERCITA LA PAZIENZA:
Questa è vecchia: prima di parlare prendi un respiro profondo e conta fino a dieci. Personalmente mi hanno sempre detto che la mia dote principale è la pazienza, ma - credetemi - in questi ultimi giorni ho respirato MOLTO profondamente e MOLTO a lungo, e ho contato varie volte fino a cento. Ma, assolutamente, meglio avere una crisi nevrotica a casa.

4. IMPARA L'ARTE DI TACERE:
Forse questa dovrebbe essere la lezione n.1, chissà. Comunque: nei momenti di tensione, MAI parlare, e soprattutto, mai reagire d'impulso. Meglio accusare il colpo e attendere il momento di tranquillità per esprimere i propri dubbi o per fare richieste. Il corollario a questo punto, però, è altrettanto importante: mai fare richieste in periodi di forte stress. Meglio rimandare ma avere lo spazio per discutere delle proprie idee.

5. RESPIRA A PIENI POLMONI L'ARIA CHE RESPIRANO LE PERSONE DI SUCCESSO:
Sfatiamo subito un mito: seppur VIPS, sono sempre persone, con tutte le loro debolezze. Come tutti, anche loro nei periodi di forte stress possono sbroccare. Ma, invece di rosicare o giudicare, meglio osservare la loro capacità di reazione, i processi mentali che sfociano in idee, il modo di osservare l'andamento delle cose, la genesi delle loro 'genialità'. 
Questo, credo, è il modo più naturale e rapido per assimilare milioni di informazioni e imparare, imparare, imparare. Mantenendo le reciproche peculiarità.

    Bene, questa sera ho pensato che un breve elenco di 'lezioni', che a ben guardare mi riportano a un modus vivendi molto zen (ma anche molto Arte della Guerra), avrebbe espresso in maniera rapida ed efficace la situazione del periodo!
    Mi sento proiettata in un mondo che va a mille!

   C'è un'altra lezione, però: se lavori con una vip della tv e riesci a farla rilassare a pranzo, avrà un sacco di storielle divertenti da raccontare! 
    Baci ;)
    L.


Nessun commento:

Posta un commento