mercoledì 21 gennaio 2015

A pieni lavori

I lavori alla tenuta di Debbie proseguono rapidamente. Una delle prime considerazioni di questa esperienza è che anche se ci sono momenti in cui pare che la fine sia molto lontana, poi invece non è così. La parte complicata, davvero, è quella delle decisioni.
Bisogna avere una grande capacità di visione, di immaginazione, e anche le idee molto chiare. E, non ultimo, anche l'elasticità mentale per capire quando è il momento di cambiare direzione per semplificare le cose. 
Ok, lezione numero 1 imparata.

Detto questo, solo una settimana fa la struttura chiamata 'Fienile' era ancora al grezzo, diciamo così, con i muratori che andavano e venivano, costruivano e terminavano dettagli.
Poi invece si è iniziata la finitura, e la maggior parte del tempo è trascorsa a fare test di colore, finché i pittori non hanno trovato la tonalità esattamente uguale a quella che Debbie aveva in mente (e, vi assicuro, in un paio di momenti non è stato semplice!). Dopodiché, tutto è stato improvvisamente veloce! 
La finitura per tutte le stanze è a calce (la ADORO, ma anche prima di Debbie...), e questo consente di ottenere una sensazione di fresco, e di antico, nonostante poi si possa decidere di arredare magari con mobilio moderno. 

Comunque, oggi è terminata la 'test room', che servirà da guida per tutte le stanze. I soffitti solo ieri erano così:


E, se notate, qui le pareti erano ancora al grezzo. Poi, con l'intervento della SuperSquadra, in pochissimo la stanza si è trasformata. Eccoli al lavoro:


Ed ecco il risultato finale:


Ecco, forse dalla foto è ancora prematuro intuire l'effetto completo, ma vi assicuro che è fenomenale; tutto è giocato in una serie di colori che vanno dal bianco (le travi) ad una serie di tonalità di grigio chiarissimo (le pareti) fino ad uno più corposo per i pavimenti in pietra (che qui sono ancora coperti) e che verranno poi completati dalle ceramiche del bagno. Il tutto, poi, verrà stemperato dal calore del legno antico delle ante degli armadi, e dalla finitura degli infissi che è - per tutte le struttura - di un bellissimo azzurro grigio, moderno ma di una tonalità davvero molto country. Tutto si sposa a meraviglia.

Insomma.
Mi sento assorbente come una spugna! =)

Per concludere questa giornata di lavoro al Fienile, oggi siamo andate a scegliere la cucina che andrà installata nella sala al piano superiore, la Playroom, sopra le suite, ad uso delle ospiti. E' stato divertente, anche se tra campioni di pietra per il piano, blocchi di legno antico, finitura delle ante, colori ed elettrodomestici, abbiamo fatto impazzire il negoziante... La cosa davvero divertente è che in questi momenti di scelta posso divertirmi anch'io, perché Debbie è sempre interessata al mio parere (e lo ascolta pure, wow!). 
Va beh, ma si è fatto tardi. Della Playroom vi racconto la prossima volta.

Se qualcuno si fosse perso le puntate precedenti, e a questo punto si chiedesse chi è Debbie, può andare a leggere qui.

Buonanotte!
L.


2 commenti:

  1. Adoro i restauro-romanzi: aspetto trepidante la prox puntata! :)

    RispondiElimina
  2. In lavoro fantastico. Un saluto Mary

    RispondiElimina