martedì 24 febbraio 2015

Ode all'Uomo...

Sì, oggi parliamo di loro, degli uomini! 

DEVO parlare di loro, perché la scorsa settimana, come vi avevo raccontato, è iniziata la mia avventura di coordinatrice in solitaria al cantiere della casa di Debbie

Bene, non è stata una settimana semplice.
Ci sono stati un buon numero di imprevisti (come era prevedibile), rallentamenti nei lavori, qualche momento di tensione... Ma!: anche passi da gigante, stanze che prendono forma, appoggio e sollecitudine. Devo riconoscere che questi signori, che lavorano a ritmo incredibile e con una professionalità invidiabile, sono davvero degli angeli (di certo per me sono angeli custodi)!

Mi stanno aiutando tantissimo, fanno tutto il possibile per aiutarmi e accontentarmi, mi spiegano ogni minimo dettaglio quando chiedo chiarimenti, e mi spostano anche la macchina quando è necessario!
Insomma. Se Debbie al suo ritorno sarà contenta e non ci saranno episodi di pelle scuoiata, so già che lo devo anche a loro. Soprattutto a loro, siamo onesti.

Così, oggi dedico questo post alla buona volontà di queste persone, le cui mani fanno davvero miracoli, e che purtroppo spesso vengono dimenticati quando si parla di ristrutturazioni, pose, costruzioni, architettura e design eccetera.
Un buon progetto è certamente fondamentale, ma senza buone mani, cura e attenzione da parte di chi lo realizza non è sufficiente.

Ecco i 'miei' omaccioni! Qualcuno di loro si è lasciato fotografare, chi più restio chi meno, ma molti mancano all'appello. 
Simbolicamente, questo post è per tutti loro.

 Alessandro, mastro giardiniere


 Andrea, mastro pittore


 Mariano, mastro piastrellista


 Raul, mastro idraulico (persona di cui avere cura, cit. Debbie) e... ops non ricordo il nome

 Riccardo, capomastro e Fabio, capo impresa

Salvatore, mastro piastrellista (2)

A presto,
L.

Nessun commento:

Posta un commento